Diario di (R)esistenza familiare: resistere per esistere

In questo periodo difficile per tutti, Chiara e Lucia hanno pensato, tramite un blog, di raccontare il mondo delle famiglie, di tutte le famiglie che, chiuse in casa da nord e sud stanno compiendo miracoli di resistenza.

Delle pagine di diario di storie vere, piccoli e grandi difficoltà di ogni giorno. Diario, narrazione, racconto, pensieri, riflessioni che raccontano come siamo, come viviamo, combattiamo e speriamo.

________________________________________________________________________

Da: Diario di (R)esistenza familiare 5 in https://diarioresitenzafamiliare.altervista.org/

Brescia: la terra brulica di vita.

Piccoli esserini sbucano e scorrazzano per ogni dove.

Prova a seguire con lo sguardo una formica industriosa, ma si perde nei suoi pensieri, mentre asciuga il sudore che copioso irrora la fronte. Oggi si semina. Un lavoro manuale, silenzioso. Non deve esserne disperso uno. Di seme. Prezioso. Vita che nasce a dispetto di tutto ciò che intorno muore.

Chiude gli occhi un istante e aspira l’aria frizzante del mattino, così pura, così tersa. Appena più lontano il ridacchiare dei bambini che hanno piantato le tende nel frutteto. Vita che va avanti.

Lui e i suoi fratelli intenti nel rito atavico della semina lenta. Il sole e la pioggia trasformeranno i semi in piantine vigorose. Di nuovo vita.

Una ribellione forte muove dal profondo delle sue viscere, si accartoccia lo stomaco, si piegano le gambe, gli occhi si inumidiscono di lacrime. Come può continuare la natura a fiorire mentre l’uomo muore?

I bambini nel frutteto inventano nuovi giochi. Lui si rimbocca le maniche, guarda i suoi fratelli e in tacito accordo procedono insieme.

Domani raccoglieranno i frutti della loro fatica e li porteranno casa per casa seminando altri semi. Generosità, solidarietà, amore. Il sole e la pioggia della condivisione ne faranno certamente delle piante dalle profonde radici e dai lunghi rami, così lunghi da raggiungere tutti.

È il tramonto, la semina è terminata, i bambini sono rientrati.

Lui con gli occhi fissi all’orizzonte, finalmente ha capito. Vita. Loro seminano vita.

Chiara Taverna

Foto di http://www.avicennabio.it/

 

                                                                     

Seguici su

Newsletter

Post correlati

Il Mercato Contadino di Rho… si accentra!

Informazione IMPORTANTE che riguarda l'appuntamento consueto con i nostri...

Mercato Contadino di Rho Winter Edition: omaggi e laboratori per tutti

Oltre ai banchi dei produttori, che vi aspettano con...

Idee regalo in vista del Natale: tante occasioni al Mercato Contadino di Rho

Sabato 9 dicembre saranno numerose le occasioni per incontrarci...

Prendiamoci Cura: persone oltre l’associazione

I Gruppi di Acquisto Solidale non sono altro che gruppi...

A Cormano gli amici di Easygas animano il Mercato Contadino

Nelle mattinate del 2° e 4° sabato del mese,...

Sponsor

spot_img

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here


spot_imgspot_img

Nella stessa categoria

Sostieni Prendiamoci Cura con il tuo 5×1000

Sostienici con il tuo 5x1000, sosterrai i progetti dell'associazione Prendiamoci Cura. Inserisci il codice fiscale dell'associazione 93545780152 nel riquadro specifico del tuo 730 come...

La Spesa Sospesa diventa ancora più Solidale

Prosegue l'iniziativa presso i Mercati Contadini di Prendiamoci Cura, in collaborazione con le Associazioni presenti sul territorio, volta a coinvolgere i produttori e la...

Prendiamoci Cura presente alla giornata dello Sbaracco a Rho

Sabato 9 marzo a Rho è prevista, come ogni anno, la giornata dello Sbaracco: iniziativa annuale volta a promuovere il commercio di "vicinato", dove...