Mercato Contadino: un bilancio dei primi sei mesi

6 maggio 2015

Sono passati sei mesi (8 novembre 2014) dall’esordio del primo mercato contadino a Rho, la manifestazione che si svolge ogni secondo sabato del mese dalle ore 8,00 alle 13,00 nel parcheggio di Villa Burba, di fronte al nuovo parco di Rho in Corso Europa.

Biodiversita’ e sovranita’ alimentare: una prassi dell’acquisto consapevole

L’evento è stato organizzato dall’associazione Prendiamoci Cura che coordina i cinque G.A.S. (gruppi d’acquisto solidale) di Rho in collaborazione con il comitato Ciboprossimo di Milano.

Dall’edizione di Marzo 2015 il mercato contadino è stato “consegnato” ai produttori che in auto-gestione lo porteranno avanti in via sperimentale per tutto il 2015, sempre con la presenza dello stand-punto info dell’associazione Prendiamoci Cura.

Il mercato contadino ha peculiarità e caratteristiche che lo diversificano dagli altri mercati ortofrutticoli sul territorio; è costituito da piccole realtà locali, produttori diretti che coltivano e trasformano i prodotti nelle proprie aziende con cura e passione antiche, che lavorano nel rispetto dei ritmi della natura e del territorio circostante.

Il mercato contadino di Rho, non è solo cibo di ottima qualità ad un prezzo equo,ma anche relazione forte con chi produce, massima trasparenza e un’esperienza di economia di prossimità e di rieducazione all’acquisto nella costruzione di un patto fiduciario tra produttore e consumatore, meglio dire “fruitore”,.

Non solo uno spazio di acquisto e vendita, ma anche luogo per fare cultura sul significato del cibo locale e sul valore del territorio. L’acquisto non è semplice gesto economico, ma racchiude in sé valori etici, come la preferenza di cibo locale per limitare l’impatto ambientale del trasferimento delle merci, o la scelta di cibo biologico per arginare l’inquinamento dell’aria e della terra, o la scelta di produttori che rispettino la dignità dell’uomo e del lavoratore.

Una realtà unica nel panorama della città di Rho, che acquista un grande significato proprio perché non solo a Rho, ma in rete sul territorio; infatti con le medesime caratteristiche sono operativi i mercati contadini di Bollate in via Vittorio Veneto il primo e terzo sabato del mese e a Bareggio in piazza Cavour la quarta domenica del mese, sempre dalle 8,00 alle 13,00.

I cittadini hanno perciò la possibilità concreta di valorizzare il proprio territorio ricostruendo una comunità che sia in grado di praticare economie locali, partendo dalla terra. La proposta e l’esperienza ventennale dei G.A.S., si offre per orientare questo percorso di responsabilità in difesa del territorio, dell’ambiente, della salute, del buon cibo, in contrasto con l’evidente fallimento di un sistema agro-industriale che spreca un terzo del cibo prodotto, genera quasi un miliardo di persone denutrite e altrettante in sovrappeso, oltre a 500 milioni di obesi. In questi giorni si è aperta l’esposizione universale “Expo 2015” che si può definire una grande rassegna gastronomica, palcoscenico contradditorio di una esibizione muscolare dei big del pianeta che mercificano il cibo e le risorse della terra.

Il mercato contadino è un luogo di sane relazioni; chi acquista diventa co-produttore, certifica con i propri sensi, più che sulle carte, guardando, parlando, ascoltando, toccando e vedendo nel prodotto non una merce ma un bene, non l’oggetto di uno scambio economico, ma il soggetto di un fare insieme.

Coltiviamo, partecipiamo, diffondiamo e difendiamo un prezioso presidio di biodiversità, sovranità alimentare, e buone relazioni; così nel nostro territorio, nella nostra città potremo davvero nutrire il pianeta e generare energia per la vita.

Associazione Prendiamoci Cura

Tag:

Nessun commento

Puoi essere il primo a lasciare un commento.

Lascia un commento